La produzione europea di bioenergia triplicherà entro il 2050

- Dec 04, 2018-

In vista della Conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite del COP24 a Katowice, in Polonia, la nuova ricerca sul potenziale della biomassa afferma che può essere una "soluzione chiave" nella mitigazione dei cambiamenti climatici.

Secondo una ricerca di recente pubblicazione, la quantità di biomassa disponibile in Europa potrebbe triplicare entro limiti di sostenibilità e ambientali, pur rimanendo entro limiti di costo "ragionevoli".

Le riunioni della COP24 si concentrano sull'urgenza di combattere i cambiamenti climatici. La ricerca sul modo in cui la biomassa svolge un ruolo di primo piano per un'economia di emissioni di gas a effetto serra nettamente zero è stata recentemente messa in evidenza nella nuova strategia a lungo termine dell'UE per la decarbonizzazione.

Bioenergy Europe (precedentemente nota come AEBIOM) afferma che la bioenergia rappresenta una delle soluzioni più importanti per raggiungere un equilibrio tra emissioni e assorbimenti entro il 2050. L'associazione di categoria ritiene che la bioenergia sia versatile e flessibile e possa aiutare a ridurre drasticamente le emissioni di carbonio nei trasporti, riscaldamento ed elettricità.

Il contributo della bioenergia al mix energetico del 2050 deve essere determinato dalla disponibilità di biomassa sostenibile. Bioenergy Europe afferma che la biomassa agricola svolge un ruolo chiave nella ricerca condotta dal professor André Faaij dell'Università di Groningen. La ricerca ha indicato che per raggiungere il potenziale entro il 2050, il contributo energetico della biomassa agricola dovrà aumentare in modo significativo. Dovrà anche diventare importante quanto l'energia prodotta dalla biomassa forestale.

Jean-Marc Jossart, Segretario Generale di Bioenergy Europe afferma che "La revisione della letteratura offre ai responsabili delle decisioni della COP24 l'opportunità di tenere conto del potenziale della bioenergia, una delle soluzioni più praticabili per mantenere il riscaldamento globale al livello raccomandato di + 1,5 ° C entro il 2050. Le discussioni in Katovice devono ora concentrarsi sulla ricerca di modi per trasformare le nostre economie per la prossima sfida dei cambiamenti climatici ".