Nel 2030, il 35% di energia dovrebbe essere pulita: biomassa, vento e energia solare.

- Jan 01, 2018-

I legislatori europei hanno adottato una serie di misure che aumenterebbero notevolmente le ambizioni dell'ue per l'energia pulita.

I legislatori europei hanno adottato una serie di misure che aumenterebbero notevolmente le ambizioni dell'ue per l'energia pulita. Il Parlamento europeo ha affermato che più di un terzo del consumo energetico dell'UE dovrebbe provenire da fonti rinnovabili come l'energia eolica e solare entro il 2030, rispetto a poco più di un quarto. Ma la decisione non è giuridicamente vincolante: il Parlamento europeo deve ora consultare i governi sul piano, che potrebbe cercare di ridurlo.

Le misure mirano ad aiutare l'UE a ridurre le emissioni di biossido di carbonio. L'Unione europea è il terzo emettitore di gas a effetto serra al mondo, dietro a Cina e Stati Uniti, che rappresentano circa il 10 per cento delle emissioni globali. Secondo l'accordo sul clima di Parigi, I governi dell'UE hanno concordato nel 2016 di ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 40 per cento entro il 2030. L'obiettivo rimane valido oggi.

Il mese scorso, per raggiungere questo obiettivo, gli stati membri dell'ue hanno votato per il 2030, il 27% del proprio fabbisogno energetico, e metà della domanda di elettricità dovrebbe provenire dall'energia eolica, solare e da biomassa, piuttosto che dall'energia nucleare. un obiettivo giuridicamente vincolante. Ma alcuni membri del gruppo di esperti dell'industria, della ricerca e dell'energia dicono che l'obiettivo è tutt'altro che sufficiente. In precedenza hanno sostenuto che l'energia rinnovabile dovrebbe rappresentare almeno il 35% del mix energetico dell'UE entro il 2030 . Il 17 gennaio il parlamento europeo ha votato per sostenere questo obiettivo.

"L'ambizione politica di promozione è una buona notizia", ha detto Glen Peters, esperto di politica climatica presso il centro internazionale per la ricerca climatica e ambientale a Oslo, Norvegia. Ma né l'attuale accordo vincolante né la nuova bozza indicano chiaramente quante emissioni di gas serra hanno Come risultato, afferma Peters, non possono garantire che l'UE raggiunga i suoi obiettivi di emissioni del 2030. "Solo il tempo dirà se la combinazione di queste interazioni riduce efficacemente le emissioni di gas serra".

L'UE ha anche un obiettivo di energia rinnovabile più a breve termine - il 20% della sua energia da fonti pulite entro il 2020. L'obiettivo rimane invariato e l'Unione europea sembra probabile che lo faccia. Dal 2004, la quota di energia da fonti rinnovabili le fonti sono raddoppiate, fino al 17% del consumo totale di energia (incluso il consumo di energia per il riscaldamento e il trasporto).

In alcuni paesi dell'UE, l'energia pulita è già dominante: la Svezia ha più del 50% del suo fabbisogno energetico nelle energie rinnovabili, rispetto a circa il 40% in Finlandia. Altri paesi, come la Germania, stanno pianificando di aumentare la produzione di energie rinnovabili nei prossimi decenni. Ma alcuni paesi, tra cui Paesi Bassi e Gran Bretagna, sono ancora in ritardo.

I critici sottolineano, e migliorare l'obiettivo di energia rinnovabile può essere portato a attraverso la combustione di biomassa per produrre più energia, e che può essere dannoso per l'ambiente, e porterà a emissioni di carbonio.

Gli scienziati sono particolarmente preoccupati per la biomassa forestale, che include la riduzione degli alberi esistenti, la loro combustione per i biocarburanti e il rilascio di carbonio originariamente sequestrato. Più di 700 scienziati hanno recentemente scritto al Parlamento europeo sollecitandolo a vietare la pratica. non offrire un divieto completo - si limita a dire che la "priorità" dovrebbe essere data alla combustione di rifiuti e residui di legno.

"Nei prossimi decenni, nella produzione di energia, la combustione di tronchi produrrà un debito di carbonio che minaccia il clima." Felix Creutzig ha detto che è un esperto di uso del suolo presso l'istituto di ricerca globale di terre e cambiamenti climatici di Berlino. " Questo è un errore concettuale che va contro gli obiettivi di mitigazione del clima del programma europeo sulle energie rinnovabili ", ha affermato.

Tuttavia, il disegno di legge proibirà l'uso di olio di palma come biocarburante dopo il 2021, perché si ritiene che l'olio di palma sia responsabile della deforestazione. La mossa ha scatenato le proteste in Malesia sull'esito del voto, che è un importante esportatore di palma olio in Europa.

Il Parlamento europeo ha inoltre votato per aumentare gli obiettivi di efficienza energetica dell'ue e renderli legalmente vincolanti. Secondo l'attuale piano energetico, gli Stati membri dell'UE devono raggiungere il 30% di efficienza energetica nelle costruzioni e nei beni di consumo dopo il 2021. Il Parlamento europeo ora li raccomanda raggiungere il 35% di efficienza energetica in quel momento.

Una fonte di energia può essere ulteriormente suddivisa in due tipi: energia rinnovabile e energia non rinnovabile. L'energia rinnovabile include energia solare, energia idrica, energia eolica, energia da biomassa, energia delle maree, energia termica delle maree, energia geotermica, ecc. Possono essere riciclati in natura. È una fonte inesauribile di energia che viene automaticamente rigenerata senza coinvolgimento umano, una fonte di energia relativa alla fonte esauribile di energia non rinnovabile.