Notizie internazionali sull'industria delle biomasse

- Nov 15, 2018-

Il gruppo Kährs costruisce impianti di pellet in Svezia

biomass pellet









Importante produttore svedese di pavimenti in legno e pavimenti resilienti privi di PVC, il Gruppo Kährs sta costruendo uno stabilimento per la produzione di pellet di legno a Nybro, in Svezia. L'impianto da 60 000 tonnellate annue deve essere collocato direttamente nel sito esistente e intende essere operativo entro la fine del 2018.

L'impianto di pellet produrrà un prodotto più avanzato rispetto al biocarburante a base di polvere di legno attuale di Kährs e offrirà "enormi" benefici ambientali. Prevede di farlo offrendo un pellet di legno standardizzato, uno che sarà ampiamente disponibile per più utenti che chiedono carburanti senza combustibili fossili.

È stato firmato un accordo a lungo termine con Ekman & Co che lo ha reso responsabile della vendita di tutti i pellet prodotti da Kährs, nonché della gestione della logistica e dello stoccaggio degli impianti. Ekman & Co è un operatore globale leader e rispettato nel mercato della biomassa, della carta e della bioenergia.

biomass pellet burner


Christer Persson, Presidente e CEO di Kährs Group, afferma: "Siamo orgogliosi di aver fatto questo investimento per costruire questa struttura, che è completamente in linea con il profilo di sostenibilità di Kährs. Raffinando ulteriormente la materia prima di legna da ardere in pellet, aumentiamo l'usabilità, offrendo maggiori opportunità di utilizzare l'opzione di carburante sostenibile dal punto di vista ambientale. Inoltre, siamo molto ottimisti sulla cooperazione con Ekman che, grazie alla sua esperienza e competenza, fornirà preziose conoscenze sul trading in bioenergia ".

Enviva fornisce pellet alla centrale in cui viene convertito

Aioi BioEnergy sta convertendo l'unità 2 della centrale elettrica Xiangsheng della Prefettura di Hyogo da olio pesante o petrolio greggio a pellet di legno.

Il Gruppo Enviva ha annunciato che l'accordo contrattuale di acquisto con Mitsubishi è ora entrato in vigore. In precedenza, la giapponese Mitsubishi Corporation ha annunciato che il Giappone sta costruendo una centrale elettrica a biomassa.

Nel suo annuncio, Enviva ha dichiarato che le condizioni precedenti ai contratti di take-or-pay off-take precedentemente annunciati per fornire 630.000 tonnellate all'anno di pellet di legno a un cliente giapponese sono state soddisfatte e gli accordi sono ora fermi. Secondo i termini degli accordi con Mitsubishi, Enviva ha detto che saranno i fornitori esclusivi a lungo termine di combustibili da biomassa importati ad Aioi Bioenergy Corp., una joint venture tra Mitsubishi Corp. Power Ltd. e Kansai Electric Power Co. Inc., che sta convertendo una centrale elettrica a petrolio esistente in biomassa.

Secondo Enviva, le consegne previste dai contratti dovrebbero iniziare alla fine del 2022 e continuare per almeno 15 anni.

"I nostri partner di Aioi Bioenergy e Mitsubishi Corporation sono in prima linea nell'impegno giapponese di ridurre gli impatti dei cambiamenti climatici", ha dichiarato John Keppler, presidente e CEO di Enviva. "Siamo privilegiati e onorati di essere l'unica fonte di fornitura di combustibile per pellet sostenibile alla struttura di Aioi, uno dei più grandi progetti dedicati di biomassa in Giappone annunciato fino ad oggi, e non vediamo l'ora di aiutare Mitsubishi e Kansai a mantenere la promessa di energia rinnovabile."

Il 30 ottobre, Mitsubishi Corp. ha annunciato la sua consociata interamente controllata Mitsubishi Corp. Power Ltd. ha iniziato a lavorare alla costruzione di un impianto di generazione di energia da biomassa nel Giappone occidentale che viene eseguito attraverso

Aioi Bioenergia.

In una nota, Mitsubishi ha dichiarato che Aioi BioEnergy ha raggiunto un accordo con istituti di credito per l'acquisizione di un prestito nell'ambito di un programma di finanziamento di progetti senza ricorso, che sta consentendo a Aioi Bioenergy di iniziare la progettazione di impianti e l'approvvigionamento di attrezzature.

Il progetto convertirà l'unità n. 2 della centrale elettrica di Hiroshi Seibu in un greggio pesante per l'uso con pellet di legno. Mitsubishi ha dichiarato che l'unità è fuori servizio dal 1 ° aprile 2018, ma verrà rieseguita una volta completato il processo di conversione. La generazione di combustibile da biomassa dovrebbe iniziare nel gennaio 2023 e funzionerà per 20 anni.

Enviva per espandere la capacità a Northampton, negli stabilimenti di Southampton

biomass pellet burner 1

Enviva Partners LP ha pubblicato i risultati finanziari del terzo trimestre, riportando un aumento delle entrate, dell'utile netto e del margine lordo. La compagnia ha inoltre annunciato l'intenzione di espandere le proprie attività, compresa l'aggiunta di nuove capacità a due impianti di pellet esistenti.

Durante una chiamata da parte degli investitori, John Keppler, presidente e CEO di Enviva, ha parlato di opportunità di espansione e crescita che, secondo lui, potrebbero raddoppiare le dimensioni dell'azienda nei prossimi anni.

Soggetto a ricevere i permessi necessari, Keppler ha dichiarato che Enviva prevede di investire circa 130 milioni di dollari per aumentare la capacità produttiva aggregata negli stabilimenti di Northampton, North Carolina e Southampton, Virginia, a pellet di circa 400.000 tonnellate all'anno. Le informazioni rilasciate da Enviva indicano che l'investimento di $ 130 milioni includerebbe nuovi beni di produzione e attrezzature per il controllo delle emissioni. In una dichiarazione, la società ha detto che la capacità di espandere la capacità e migliorare la densità energetica del pellet attraverso l'aumento dell'utilizzo dei pini presso i due impianti creerà opportunità di vendita di pellet incrementali e ad alto margine. La costruzione del progetto di espansione dovrebbe essere completata nei primi mesi del 2020, con l'avvio poco dopo.

微信图片_20181115165458

Keppler ha anche discusso dei nuovi impianti in fase di sviluppo da parte dello sponsor della partnership. Ha detto che lo stabilimento di Hamlet, in North Carolina, è attualmente in costruzione e dovrebbe iniziare le operazioni durante la prima metà del prossimo anno. Quell'impianto avrà una capacità nominale di 600.000 tonnellate all'anno.

La seconda joint venture tra gli affiliati dello sponsor di Enviva e John Hancock sta inoltre continuando a investire nel suo stabilimento di pellet di legno a Greenwood, nel Sud Carolina. Si prevede che la struttura aumenterà la sua capacità da 500.000 tonnellate all'anno a 600.000 tonnellate all'anno, a condizione di ricevere i permessi necessari.

La seconda joint venture John Hancock dovrebbe prendere una decisione finale di investimento su un terminal marino in acque profonde a Pascagoula, nel Mississippi, e uno stabilimento di pellet di legno a Lucedale, nel Mississippi, tra la fine del 2018 e l'inizio del 2019. Una dichiarazione rilasciata anche da Enviva osserva che la joint venture continua a valutare ulteriori luoghi di sviluppo.

Enviva Partners ha dichiarato di aspettarsi di avere l'opportunità di acquisire queste risorse dal suo sponsor e dalle sue joint venture con John Hancock.

Enviva ha registrato un utile netto di $ 13,4 milioni per il trimestre, rispetto a $ 5 milioni durante lo stesso periodo dello scorso anno. L'EBITDA rettificato del terzo trimestre è stato di $ 30,2 milioni, rispetto a $ 25,8 milioni nel terzo trimestre del 2017.

Per il terzo trimestre, la società ha generato un fatturato netto di $ 144,1 milioni, in aumento del 9% rispetto allo scorso anno. I ricavi netti includono vendite di prodotti pari a $ 142,5 milioni su 762.000 tonnellate di pellet di legno venduti durante il trimestre, rispetto a $ 125,4 milioni di 668.000 tonnellate di pellet di legno venduti nel terzo trimestre dello scorso anno.

Per il terzo trimestre, Enviva ha generato un margine lordo di $ 30,1 milioni, da $ 20,4 milioni per lo stesso periodo del 2017. Il margine lordo rettificato per tonnellate è stato di $ 55,64 per il terzo trimestre, da $ 46,9 per il terzo trimestre del 2017.

Feds investe $ 15 milioni nel primo complesso integrato di pellet e segherie del Canada

微信图片_20181115170111

Il governo federale ha rivelato oggi i piani per investire $ 15 milioni in Granule 777 Inc. a Chapais, Que. I fondi andranno ad aiutare la società a costruire il primo complesso industriale integrato di pellet e segherie in Canada.

In un comunicato stampa, il governo ha anche annunciato un contributo rimborsabile di $ 5 milioni per aiutare Granule 777 ad acquistare attrezzature di produzione.

Una volta costruito il complesso, il mulino produrrà 210.000 tonnellate di pellet di legno all'anno; utilizzare 450.000 tonnellate di biomassa; e creare 40 nuovi posti di lavoro per le operazioni di fresatura.

"Siamo molto entusiasti della costruzione di questo innovativo impianto integrato di pellet di legno, adiacente alla nostra segheria Barrette-Chapais. Negli ultimi anni, abbiamo raccolto con successo le condizioni vincenti necessarie per portare avanti questo progetto e realizzarlo ", ha dichiarato il presidente di Granule 777 Benoit Barrette in un comunicato stampa.

Il finanziamento viene fornito attraverso il programma IFIT (Investimenti nelle foreste e trasformazione delle foreste) e il piano di sviluppo economico del Quebec (CED) del Canada Economic Development (CED).

Sumitomo costruisce una centrale elettrica alimentata a pellet al 100% in Corea del Sud

微信图片_20181115170142 Sumitomo SHI FW (SFW) si è aggiudicata un contratto dalla SK Engineering & Construction Co., Ltd. per la progettazione e la fornitura della SMG Energy SMG Biomass Power Plant che sarà ubicata a Gunsan City, nella Repubblica di Corea. L'operazione commerciale del nuovo impianto è prevista per dicembre 2020.SFW progetterà e fornirà il generatore di vapore CFB da 100 MWe e l'attrezzatura ausiliaria per l'isola della caldaia. Il generatore di vapore CFB sarà progettato per bruciare il 100% di pellet di legno, rispettando i requisiti normativi ambientali applicabili. SFW ha fornito oltre 30 generatori di vapore CFB alla Corea del Sud e questa è la quarta biomassa da fuoco come combustibile primario.

Tomas Harju-Jeanty, CEO di Sumitomo Group, ha dichiarato: "L'uso di maggiore efficienza e biomassa nella generazione di energia può ridurre significativamente le emissioni di anidride carbonica. La tecnologia CFB di Sumitomo Group è la soluzione perfetta per soddisfare queste esigenze di mercato. Siamo molto felici di nuovo. Selezionato per aiutare la Corea del Sud a utilizzare i generatori di vapore CFB a biomassa da fonti rinnovabili per soddisfare il proprio fabbisogno energetico.