Nuovo record - Oltre 22 milioni di tonnellate di pellet di legno spediti

- May 08, 2019-


Pellet di legno


Il commercio mondiale di pellet di legno è aumentato di oltre il 21 percento anno su anno nel 2018, quando è stato spedito un nuovo record di 22,3 milioni di tonnellate, secondo la North American Wood Fiber Review. I cinque principali paesi esportatori di pellet (Stati Uniti, Canada, Vietnam, Lettonia e Russia) sono rimasti i principali esportatori per oltre cinque anni. Essi rappresentavano circa il 69% del volume delle esportazioni mondiali nel 2018.


pellet


Seguendo i "big five" nel 2018 c'erano Estonia, Austria, Malesia, Danimarca e Germania, in ordine decrescente. La produzione di pellet negli Stati Uniti del Sud è proseguita a ritmo record, guidata da un allontanamento europeo dai combustibili fossili e verso le energie rinnovabili. Dal 1Q / 18 al 4Q / 18, le esportazioni dalla regione sono cresciute di quasi il 50%, dimostrando ulteriormente il ruolo degli Stati Uniti come il più grande produttore ed esportatore mondiale di pellet di legno, riporta il NAWFR. Gli Stati Uniti spediscono praticamente tutto il loro pellet in tre paesi: Regno Unito, Belgio e Danimarca. Solo una piccola parte della produzione di pellet negli Stati Uniti viene consumata a livello nazionale.


wood pellet


La domanda di pellet importati in Giappone e Corea del Sud ha continuato un trend di crescita triennale nel 4Q / 18 quando i volumi delle importazioni hanno raggiunto nuovi massimi record rispettivamente di 339.000 tonnellate e 993.000 tonnellate. Nel 2018, il volume totale annuo delle importazioni per i due paesi era di poco superiore a 4,5 milioni di tonnellate, più che raddoppiato in soli due anni. Con l'aumento del commercio, i prezzi del pellet sbarcati sia in Giappone che in Corea del Sud sono aumentati negli ultimi tre anni.


JapanKorea


Nel 4Q / 18, il prezzo del pellet importato in Giappone era in media di $ 182 / ton, in rialzo di quasi il sei per cento rispetto al quarto trimestre / 17. I prezzi delle importazioni di pellet verso la Corea del Sud, che erano nominalmente inferiori a quelli in Giappone, sono aumentati di quasi il 25% nello stesso periodo. Il costo medio inferiore per la Corea del Sud può essere spiegato dalla dipendenza di quel paese dal pellet dai paesi a basso costo nelle vicine Vietnam e Malesia. Questo è diverso dal Giappone, il cui principale fornitore di pellet è la British Columbia, un produttore più costoso di pellet certificati FSC e SFI di alta qualità.